Generation Twitch: il cambiamento culturale - Agenzia marketing strategico e operativo

Generation Twitch: il cambiamento culturale

Twitch rappresenta l’evoluzione della specie nella creazione di contenuti digitali.

 

Possiamo affermare che al giorno d’oggi Twitch sia la piattaforma di live streaming più utilizzata al mondo. Un luogo digitale che rappresenta una fucina inesauribile di talenti.

 

Le star di Twitch sono i nuovi opinion leaders, in grado di muovere masse notevoli di followers.

 

 Twitch crea nuove culture

 

Negli anni che vanno dal 1997 al 2012 è possibile distinguere tre differenti generazioni:

 

  • Millennial,
  • Generazione Z
  • Generazione Alpha.

 

Questi tre gruppi includono i cosiddetti nativi digitali, ovvero persone nate in una società nella quale la connessione a Internet e l’utilizzo della tecnologia risultano praticamente un’abitudine che si acquisisce fin dalla nascita.

 

Proprio gli appartenenti a queste tre generazioni sono il motore propulsivo della piattaforma di streaming.

 

Il rapporto fra Twitch e gli utenti è ambivalente

 

Se da un lato il colosso dello streaming, mette a disposizione mezzi tecnici e funzionali all’avanguardia per produrre contenuti digitali, dall’altro l’elemento umano alimenta il funzionamento di tutto il meccanismo.

 

Per questa ragione possiamo dire che Twitch crea nuove culture, ma anche che le nuove culture hanno creato e tengono in vita Twitch.

 

Nuove idee e i nuovi linguaggi della Twitch generation.

 

Su Twitch gli streamer e i loro follower sviluppano ogni giorno nuove forme di comunicazione, o per meglio dire contribuiscono incessantemente all’evoluzione di vecchi paradigmi.

 

A partire dagli argomenti trattati fino ad arrivare al modo nel quale vengono trattati.

 

Assistiamo continuamente ad un processo di semplificazione dei contenuti.

 

Su Twitch non c’è bisogno di esporre argomenti impegnativi, al contrario la leggerezza di temi quotidiani e intimi prende il posto molto spesso di argomenti che richiederebbero studi e approfondimenti.

 

Gli streamers intrattengono il proprio pubblico con la propria spontaneità e hanno sostituito la figura del creatore di contenuti irraggiungibile con quella di un individuo che lavora grazie alla comunità che lo sostiene.

 

Twitch permette a chiunque di interagire con i propri beniamini, condividendo l’esperienza della creazione di contenuti digitali e diventandone di fatto parte fondamentale.

 

Una piattaforma che si basa sull’autenticità delle esperienze.

 

Twitch ha il merito principale di aver rivoluzionato il mercato della comunicazione grazie alla partecipazione attiva di streamers e followers.

 

La possibilità offerta da questa piattaforma di interagire in tempo reale con trasmissioni in diretta streaming ha favorito uno sviluppo di contenuti basati sulla autenticità delle esperienze.

 

Un giovane all’interno della sua cameretta può rivolgersi a centinaia di migliaia di coetanei facendo ciò che gli riesce meglio: essere se stesso.

 

In questa esposizione della propria autenticità ogni follower rivede se stesso e la relazione tra le parti si instaura in maniera rapida e duratura.

 

Questo è il principio fondamentale da tenere in considerazione quando ci si rivolge a questo tipo di pubblico per produrre campagne di comunicazione realmente efficaci.

 

Bisogna però considerare che per via della rapidità evolutiva, è necessario monitorare frequentemente le possibili nuove evoluzioni della comunicazione su questa piattaforma.

 

Twitch: nuovo social o nuovo modo di comunicare?

 

A questo punto la domanda nasce spontanea: cos’è Twitch?

 

Se è vero che i social nascono per entrare in contatto con nuove persone che hanno interessi comuni e sono per lo più piattaforme di svago (almeno nella loro idea originaria), Twitch si presenta con una grande e ingaggiante community.

 

I livelli di interazione su questa piattaforma è molto alta le percentuali di interazione degli utenti supera il 50% (numeri che non si vedono su piattaforme cone Facebook e Intagram).

 

“Il 60% dei Twitcher chatta con la community ogni giorno perché si sente parte di un gruppo e perché ci si sente genuinamente tra amici: il 42% degli utenti, peraltro, considera lo Streamer un amico. L’88% degli utenti incita e incoraggia lo Streamer durante le partite. Il 90% si trova a chiedere un consiglio ad uno Streamer e a ricevere nella maggior parte dei casi la risposta in diretta.”

 

Questi dati sono molto interessanti per 2 motivi:

 

  1. Ci fanno ben comprendere quanto la comunicazione sia intensa su questa piattaforma e come l’interazione sociale sia per i twitcher un fattore reale.
  2. Per i brand sono dati da non sottovalutare in quanto uno streamer e la sua community hanno un grado influenza molto importante.

 

L’utilizzo delle piattaforme di interazione sociale, ci pone sempre davanti a quesiti difficile da analizzare, anche perchè sono in continua e veloce evoluzione.

 

Possiamo dire che certamente Twitch è molto differente dai social network ai quali siamo più abituati e sta creando una strada tutta sua all’interno del mondo della comunicazione  e del marketing.

 

Per leggere news sul mondo del marketing continua a seguire questo Blog

 

 

Se hai argomenti di cui dedicare parlare e approfondire, scrivici in DM sui nostri canali social.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

LASCIACI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *